Toge Inumaki si unirà a Maki e agli altri per combattere Sukuna?

Il capitolo 252 di Jujutsu Kaisen ha mostrato un momento straordinario quando Maki irrompe sulla scena, facendo un grande ingresso nello scontro in corso con Sukuna.

Il suo arrivo sembrò segnare un punto di svolta, poiché sferrò un potente colpo su Sukuna e riuscì a colpire il nucleo più profondo del suo essere, esaurendo la sua energia maledetta nel processo.

Tuttavia, i fan più attenti non hanno potuto fare a meno di notare la vistosa assenza dei soliti alleati di Maki, entrambi i quali erano stati al suo fianco nelle battaglie precedenti.

Un’immagine di Jujutsu Kaisen (crediti: Gege Akutami)

Il primo di questi compagni era Panda, una presenza formidabile di per sé, e il secondo era Toge Inumaki, le cui abilità uniche si erano rivelate preziose negli incontri passati.

Il luogo in cui si trovava Toge Inumaki era stato scoperto l’ultima volta durante il raduno di stregoni che avevano testimoniato l’intenso scontro tra Gojo e Sukuna.

Anche se è evidente che attualmente non ha la capacità di impegnarsi in un combattimento diretto con il Re delle Maledizioni, sorgono speculazioni sul fatto che potrebbe ancora prestare il suo sostegno a Maki in qualche modo durante la sua attuale lotta.

Il ruolo di Toge Inumaki nel conflitto in corso di Jujutsu Kaisen

Toge Inumaki, una figura fondamentale nel Jujutsu Kaisen, ha fatto il suo debutto nel volume 0 e nell’episodio 5 della serie. È uno stregone di primo grado, caratterizzato dalla sua natura reticente, un tratto reso necessario dalla natura pericolosa della sua tecnica maledetta.

Insieme ai suoi compagni Maki Zenin e Panda, formò un formidabile trio di studenti del secondo anno alla Jujutsu High.

Un’immagine di Jujutsu Kaisen (crediti: Gege Akutami)

Al centro dell’arsenale di Toge c’è la sua tecnica maledetta unica, conosciuta come discorso maledetto, che gli garantisce la capacità di manipolare qualsiasi situazione semplicemente verbalizzando i suoi desideri. Tuttavia, la potenza di questo potere presenta notevoli inconvenienti.

La grandezza del comando che impartisce esige una proporzione…

Autor