Molti musei in tutto il mondo rimangono chiusi. Fortunatamente, puoi ancora visitare alcuni dei migliori virtualmente, dalla comodità e dalla sicurezza del tuo divano. Ma perché fermarsi qui? Dimentica solo di guardare le immagini sul tuo computer. Ora puoi portare a casa tua alcune delle opere d’arte più famose ed esaltate. E puoi farlo gratuitamente. Grazie a un museo open source che ti permette di scaricare e stampare in 3D copie di sculture e manufatti culturali.

Scan the World (di cui abbiamo sentito parlare per la prima volta a DesignTAXI) è una “iniziativa creata dalla comunità” gratuita. La sua missione dichiarata è quella di condividere opere d’arte stampabili in 3D con chiunque “producendo un vasto ecosistema di patrimonio culturale digitale da scaricare gratuitamente”, il tutto utilizzando “tecnologie di scansione 3D democratizzate”.

Il sito, fondato dal project manager Jon Beck, vanta quasi 18.000 (e oltre) scansioni gratuite a cui chiunque può accedere. Ciò include alcune delle opere d’arte più venerate mai realizzate. Come il David e La Pietà di Michelangelo, così come Il pensatore di Rodin e La vittoria alata di Samotracia che risiede al Louvre.

Scansiona il mondo

Gli utenti possono cercare la raccolta per nome, artista o posizione. Oppure puoi premere “casuale” per scoprire un nuovo pezzo che non hai mai visto prima. Anche se non possiedi una stampante 3D, il sito è un’ottima introduzione a tutti i tipi di opere d’arte. Ogni pezzo viene fornito con una descrizione del lavoro. Ci sono anche informazioni tecniche, come quanto sarà grande la tua copia, la complessità della stampa e quanto tempo ci vorrà per finire. E ovviamente puoi anche contribuire tu stesso a una nuova scansione, semplicemente usando il tuo telefono.

Colossal riferisce che il sito ha recentemente collaborato con Google Arts and Culture. Ciò dovrebbe portare a migliaia di pezzi in più caricati sul sito, da più dei migliori musei del mondo.

Anche quando i musei riapriranno ovunque, Scan the World fornirà un servizio inestimabile. Soprattutto perché è gratuito per tutti.