Shishi: Ballad of the Oracle Demo Impressions

La rarità dei titoli mainstream che utilizzano il classico combattimento a turni sta arrivando al punto in cui è quasi una novità. Di conseguenza, il genere ha trovato vita tra gli sviluppatori indipendenti come Shishi Studios e il suo prossimo gioco Shishi: Ballad of the Oracle. Il gioco segue un’adorabile persona con la palla di nome Shishi che va alla ricerca magica per salvare tempo e spazio dalle forze del male. Mentre questa prossima versione ci offre uno sguardo in un mondo piacevole e colorato, la stella principale dell’avventura sono le sue meccaniche a turni. Rimane fedele alla tradizione, ma la breve demo evidenzia purtroppo alcuni problemi con il gioco stesso.

La storia comincia…

La presentazione di base di questo gioco è semplice: Shishi è un apprendista mago che vive nella natura selvaggia e studia in una struttura vicina. Dopo aver macellato alcune cipolle, viene convocata da una voce misteriosa. Dopo aver navigato attraverso la struttura, incontra il suo sé futuro che istruisce il suo sé passato a intraprendere un viaggio per diventare il guardiano del mondo. È una trama facile da digerire con alcuni colpi di scena introdotti senza provocare mal di testa. È anche interessante notare che la storia inizia durante i periodi di pace; nessuna forza del male attacca improvvisamente spingendo Shishi a intraprendere questa ricerca. Anche se può sembrare un po ‘deludente, dà un’idea più completa del personaggio di Shishi.

Breve e dolce

Nonostante sia una demo piuttosto breve, ci sono molte cose carine da dire sul gioco e su ciò che verrà. L’estetica è semplice ma carina, con alcune trame molto lisce e colori solidi. Sebbene i modelli non siano costruiti per movimenti complessi, le piccole animazioni sono nitide e rimbalzanti, il che si adatta all’estetica generale. Anche la colonna sonora è piacevole ma breve, facendo sperare che il gioco completo includa una maggiore selezione di brani simili e più lunghi.

Passando alla meccanica, funzionano tutti abbastanza bene. Il gioco combina in modo solido l’esplorazione e il movimento dei tradizionali giochi di piattaforma 3D. C’è anche un aspetto della fisica negli oggetti fragili e nei collezionabili, che rende il gioco più divertente con cui armeggiare. La meccanica chiave è essere in grado di saltare tra le sequenze temporali per superare gli ostacoli, che funziona come un interessante espediente per risolvere i puzzle. Nel complesso, il gioco sembra avere una discreta dose di fascino.

Lungo e mancante

C’è un motivo per cui le meccaniche a turni sono in declino e giochi come Shishi potrebbero esserci di aiuto. Il titolo merita un applauso per aver affrontato il gameplay che molti considerano una grande sfida di programmazione. Tuttavia, mentre la meccanica funziona, non c’è abbastanza costruito attorno ad essa per renderlo piacevole da giocare. Questa è una demo, ovviamente, e sono attesi enormi cambiamenti sulla strada per il rilascio. Ma allo stato attuale delle cose, ci sono alcuni problemi molto evidenti che macchiano l’esperienza.

Prima di tutto, c’è l’aspetto della festa. Probabilmente la parte più popolare del classico combattimento a turni è il cast di personaggi che i giocatori possono controllare. Per quanto ne so, Shishi è completamente solo in questa avventura, il che non si adatta a quel modello. Ci sono più occasioni nella demo in cui Shishi combatte gruppi di nemici e riesce a compiere solo un’azione per turno. Questo sembra già abbastanza ingiusto, ma è tollerabile se hai degli incantesimi ad area d’effetto con cui giocare. Sfortunatamente, Shishi non ha tali capacità. Tutto quello che può fare è attaccare un nemico e poi cercare di resistere ai colpi di qualsiasi orda che sta fissando.

Nonostante la lentezza delle battaglie a turni, un aspetto strategico può aiutare a creare una sfida utile. C’è poco o nessun punto nella strategia quando la fortuna domina il campo e Shishi dà quell’impressione. Ad esempio, la demo ha la possibilità di giocare a difficoltà Facile o Difficile, e ho scelto quest’ultima. Alla fine ho raggiunto un punto reso impraticabile da un gruppo di nemici che hanno fatto tutti danni di vario grado. Ogni volta che pensavo di poter sopportare un colpo, uno dei nemici riceveva una critica e mi inviava alla schermata del gioco. A peggiorare le cose, non ci sono checkpoint nella demo.

Infine, ci sono alcuni problemi tecnici in sospeso. Per fortuna non c’è niente di così brutto come cadere attraverso i pavimenti o animazioni selvagge, ma comunque distraggono. I bug che ho riscontrato hanno interessato principalmente la grafica dell’interfaccia utente, in cui i dati a volte si bloccavano sullo schermo o lampeggiavano brevemente. Ci sono stati anche alcuni momenti in cui gli eventi non si sono attivati ​​correttamente, cosa che si spera venga eliminata presto.

Le ultime battute della ballata

Shishi: Ballad of the Oracle è un gioco fantasy a cartoni animati indipendente che utilizza un gameplay tradizionale a turni. Anche se il gioco ha un cuore e una meccanica funzionale, non ce n’è ancora abbastanza su questa base. Per ora, il gioco è troppo lento e ingiusto. fare affidamento più sulla fortuna che sulla strategia. Tuttavia, c’è ancora speranza per questo genere. e Shishi dovrebbe continuare a lottare per questo. Mentre insegue la sua ballata, la sua avventura insegue la ballata dei turni.

Shishi: Ballad of the Oracle non ha ancora una data di rilascio, ma puoi controllare la demo del gioco su PC tramite Steam.