Scegliere il singolo gioco più impegnativo dell’era a 8 bit è un compito arduo, ma ce ne sono pochi che potrebbero sostenere che Ghosts ‘n Goblins non dovrebbe essere considerato nella discussione. La versione arcade originale era nota per mangiare quartieri come popcorn e il successivo porting per NES non fu meno spietato, con le persone negli anni ’80 che lo chiamavano Dark Souls 2D. Questo livello di difficoltà punitivo è continuato in Ghouls ‘n Ghosts e in altri giochi successivi della serie, che era noto per far raggiungere ai giocatori il livello finale solo per ricominciare dall’inizio del gioco per giocare di nuovo prima di poter affrontare il boss finale. Dopo essere rimasto inattivo per diversi anni, Arthur deve indossare ancora una volta la sua armatura sui suoi boxer mentre la serie risorge dalla morte in Ghosts ‘n Goblins Resurrection.

Ghosts ‘n Goblins Resurrection ha quattro diversi livelli di difficoltà che vanno dal difficile al praticamente impossibile. Le difficoltà reali sono Legend, Knight, Squire e Page. I primi tre offrono la classica esperienza di Ghosts ‘n Goblins con diversi livelli di intensità. La pagina è il modo più semplice ma meno autentico per provare questo titolo. In difficoltà Pagina il giocatore morirà ancora molto ma rigenererà in punto di morte (o vicino ad esso) e avrà vite illimitate. Questa è una buona difficoltà per le persone che vogliono solo vedere il mondo e progredire fino alla fine il più facilmente possibile, ma non offre l’esperienza completa di Ghosts ‘n Goblins Resurrection. Le altre difficoltà che Arthur si ripresenta alla bandiera dell’ultimo checkpoint che ha raggiunto, e il gioco offre la possibilità di abbassare la difficoltà dopo più morti. Completare Ghosts ‘n Goblins Resurrection in modalità Squire o più difficile è un’impresa impressionante.

Ghosts ‘n Goblins Resurrection inizia nel modo tipico di questi giorni. Arthur e la principessa stanno trascorrendo un po ‘di tempo insieme, lui nei suoi pugili caratteristici con lei in un tradizionale abito da principessa. Il loro pomeriggio tranquillo viene interrotto quando la principessa viene catturata da un’entità demoniaca. Questo fa infuriare Arthur, il cui indossa la sua armatura opportunamente posizionata, che a questo punto della serie presumiamo sia l’unica forma di abbigliamento che possiede, e insegue il suo rapitore. Fin dall’inizio è ovvio che sebbene si tratti di un gioco nuovo di zecca, gli sviluppatori volevano rendere omaggio ai giochi originali della serie. Il giocatore può scegliere il proprio livello di partenza tra un cimitero o un luogo di esecuzione, entrambi familiari a chiunque abbia giocato a Ghosts ‘n Goblins o Ghouls’ n Ghosts. Il tema classico familiare del primo livello viene riprodotto in entrambi, il che sarebbe confortante per coloro che giocano principalmente a questo gioco per una correzione della nostalgia. Qualsiasi sensazione di pace è di breve durata poiché la morte è dietro l’angolo per tutti tranne i giocatori più incalliti di Ghouls ‘n Goblin.

Il gameplay di Ghosts ‘n Goblins Resurrection è esattamente quello che i fan della serie si aspettano. È passato un po ‘di tempo dall’ultima volta che abbiamo visto uno di questi giochi, quindi per far sapere ai nuovi arrivati ​​cosa possono aspettarsi è un avvincente platform d’azione 2D vecchio stile. Arthur ha bisogno di attraversare ogni livello pieno di orribili mostri che vogliono fermarlo sulle sue tracce. Se ciò non bastasse, ci sono alcune sezioni di piattaforme difficili come cavalcare le spalle di serpenti volanti o navigare tra i rami che sembrano avere una mente propria. Una sezione sembra addirittura progettata per essere un omaggio ai classici giochi di Donkey Kong, ma è coinvolto molto più fuoco. Alla fine di ogni fase c’è una battaglia con un boss e questi incontri più grandi della vita offrono le proprie serie di sfide da superare. Ogni livello ha il suo design unico ed è pieno di sfide.

Per superare questi ostacoli Arthur può raccogliere una varietà di armi. Ci sono le armi classiche come la lancia, il pugnale e la balestra con alcune nuove aggiunte tra cui un martello da terra e dischi a spillo lanciabili. Arthur può anche lanciare le sue armi in più direzioni, il che è essenziale per determinate situazioni. Durante la sua ricerca Arthur può raccogliere le api ombrose che può poi usare per spendere in magia. A differenza di alcuni giochi precedenti in cui l’uso della magia era legato all’armatura di bronzo o d’oro, Arthur può entrare in battaglia con uno qualsiasi dei suoi incantesimi per la sua disposizione. Temporale e Firewall sono classici incantesimi di attacco dei giochi passati, mentre idee più recenti come Emboulden trasformano Arthur in un masso mentre costringono il giocatore a leggere un gioco di parole, e Transmogrifrog trasforma i nemici sullo schermo in rane, cosa che qualsiasi veterano della serie amerebbe la possibilità di sii quello che trasforma i nemici in creature indifese.

Uno degli appelli di questo Ghosts ‘n Goblins è stata la sfida estrema. Certo, alcune morti sembreranno economiche e può essere frustrante morire pochi secondi prima di un checkpoint, ma questo è un gioco in cui il giocatore può migliorare attraverso la pratica e l’apprendimento del gioco per superare le sfide. Non potrei iniziare a descrivere quanto sia stato soddisfacente battere Super Ghouls ‘n Ghosts su SNES per la prima volta, e Ghosts’ n Goblins Resurrection fa rivivere la leggendaria difficoltà con lo stesso livello di soddisfazione quando una sezione difficile è finalmente superata. Giocare a difficoltà Leggenda è il modo più autentico e inteso per sperimentare il gioco, ma potrebbe essere troppo difficile per alcuni. La pagina è il modo più accessibile per vivere questo titolo e, sebbene la maggior parte dei giocatori dovrebbe essere in grado di completare questa modalità a condizione che non si arrenda, non ha la stessa soddisfazione che deriva dall’aumentare la sfida di altre difficoltà. E questo per non parlare del fatto che il completamento della modalità Pagina non rivela l’esperienza completa di Ghosts ‘n Goblins Resurrection, anche se si consiglia di giocare a qualsiasi difficoltà il giocatore trovi più divertente.

La grafica di Ghosts ‘n Goblins Resurrection è perfetta per lo scopo del gioco. Molti ambienti classici e nemici si trovano in tutto il gioco, e la versione moderna dello stile classico fa appello alla sensibilità moderna e ai fan della vecchia scuola. La grafica è stilizzata per assomigliare a illustrazioni di libri di fiabe dei giochi classici, creando immagini tanto divertenti da guardare quanto da giocare. La colonna sonora rielabora parte della musica classica con composizioni originali, dando il tocco finale perfetto a qualcosa di nuovo e familiare. Le meccaniche di gioco sono fluide e reattive, che devono essere per rendere piacevole questo gioco difficile. L’unica piccola lamentela sui controlli è che Arthur non ha la capacità di fare un doppio salto.


Commenti di chiusura:

Ghosts ‘n Goblins Resurrection fa rivivere con successo uno dei franchise più celebri della storia dei videogiochi. Gli sviluppatori sono riusciti a creare un gioco originale che sembra moderno pur mantenendo l’atmosfera classica dei giochi degli anni ’80 e ’90. Le impostazioni di difficoltà multiple sono state un bel tocco in quanto rendono il gioco accessibile a persone che hanno diversi desideri di essere sfidate. Ghosts ‘n Goblins Resurrection è impegnativo, ma è abbastanza ben progettato in cui combattere per superare la sfida è un’esperienza divertente e gratificante. Ghosts ‘n Goblins Resurrection è una degna rinascita che si guadagna un posto accanto ai titoli classici della serie.