Recensione del DLC Assassin’s Creed Valhalla Siege of Paris | Città dei Combattimenti

Il Assassin’s Creed la prima incursione della serie a Parigi è stata una cosa che sperava di dimenticare, ma circa 7 anni dopo e 1100 anni nel passato torniamo alla Città delle Luci per il DLC Assassin’s Creed Valhalla Siege of Paris.

Guarda su YouTube

Recensione del DLC di Assassin’s Creed Valhalla Siege of Paris

Come il precedente pacchetto DLC, Wrath of the Druids, Siege of Paris si inserisce perfettamente nel gioco principale, giocando come uno degli altri archi di Valhalla mentre Eivor viaggia verso nuove terre per giocare a Kingmaker e assicurarsi un’alleanza nella regione.

E se Siege of Paris fosse uno degli archi narrativi del gioco principale, sarebbe facilmente il migliore. Grazie a una struttura della missione rielaborata, a una minore dipendenza dall’imbottitura e a molte scelte significative, questo DLC è una forte aggiunta a Valhalla nel suo insieme.

Siege of Paris potrebbe essere inessenziale dal punto di vista del puro avanzamento della storia – sai, non contiene la fine effettiva del gioco come il DLC Fate of Atlantis per Assassin’s Creed Odyssey – ma vale comunque la pena giocarci; ancora di più se ti piacciono più i vichinghi che gli Isu.

Inoltre, il DLC Assedio di Parigi sembra più snello e più concentrato rispetto alla tentacolare avventura principale, in cui sembra che nulla che potrebbe richiedere 20 secondi duri meno di 5 minuti. Questo è evidente fin dall’intro, dove si salpa e si sfiora quasi immediatamente la maggior parte dei principali attori.

Anche se mi piace molto meno scherzare, sembra che un paio di personaggi siano un po’ sottosviluppati. Nell’assedio di Parigi, Eivor aiuta il capo del clan Elgring, Sigfred, e sua nipote Toka nelle loro lotte contro l’imperatore carolingio e il re franco, Carlo il Grosso, e la nobiltà parigina.

Sigfred è un idiota piuttosto incorreggibile, al punto che è un po’ strano che Eivor lo sopporti, ma quando tutto procede a un ritmo così buono, non tutti avranno il tempo di far salire e scendere il proprio personaggio .

Gli intrighi politici tra le fazioni e le decisioni che Eivor deve prendere sono però tutti interessanti – anche se alcuni sono solo l’illusione della scelta – e costituiscono un pacchetto soddisfacente.

Tuttavia, il miglior punto di forza di Assedio di Parigi risiede nelle missioni di infiltrazione – una reintroduzione delle missioni “Scatola nera” dei precedenti Assassin’s Creeds – in cui devi indagare su un’area ostile per trovare percorsi guidati verso un obiettivo di assassinio.

Queste missioni in stile Hitman culminano in un Assassination Event eseguito furtivamente e sembrano molto più grandiose e gratificanti della semplice forzatura bruta dei tuoi obiettivi come potresti nel resto del gioco.

Penso che una delle critiche più ampie a Valhalla più in generale fosse che non sembrava molto “assassino” – ma queste missioni di infiltrazione fiore all’occhiello hanno un’energia clandestina che sarà sicuramente popolare.

Prima di sperare troppo in alto, però, hanno una portata relativamente limitata – stiamo parlando di un paio di vie di ingresso che portano per la maggior parte a uno speciale Evento Assassinio – quindi non aspettarti una varietà illimitata.

Al di fuori della quest principale, le cose non sono così forti. Dalla tua roccaforte vichinga puoi condurre missioni ribelli contro le forze franche, ma queste sono piuttosto pedonali – per lo più si riducono a viaggiare velocemente da qualche parte, combattendo contro quattro ragazzi, quindi tornando velocemente da dove sei venuto.

Mi chiedo se questo sia il tipo di sistema infinito che costituirebbe il gameplay nel servizio live di Assassin’s Creed. La sua implementazione qui non mi riempie di fiducia per quella prospettiva, ma come parte del DLC Assedio di Parigi, sebbene non aggiunga molto, non toglie nulla.

In definitiva, il DLC di Assassin’s Creed Valhalla Siege of Paris è un degno add-on con una buona storia e una grande enfasi su un gameplay più interattivo. Mentre la sua posta in gioco narrativa sembra relativamente bassa, Eivor ha un vero impulso nel modo in cui tutto si svolge durante la trama ben ritmata.

Assassin’s Creed Valhalla Siege of Paris esce il 12 agosto su PC, PlayStation e Xbox. Codice fornito dall’editore.

Per ulteriori informazioni sull’avventura di Eivor, ecco la nostra pagina completa delle guide di Assassin’s Creed Valhalla.

Oppure, se hai appena ricevuto il DLC Wrath of the Druids, ecco dove trovare tutte le posizioni di Children of Danu e Trade Post.

Autor