Qual è la sequenza di avvio della console preferita?

Una sequenza di avvio della console è la prima impressione che l’hardware ti fa. Sono il tono e l’animazione che danno il benvenuto al giocatore, con la possibilità di stupirlo con suoni e movimenti, o semplicemente di metterlo in uno stato d’animo allegro per un po ‘di divertimento alimentato da GameCube.

In centinaia e migliaia di ripetizioni, queste sequenze vengono impresse nel nostro cervello, fino a quando il semplice fatto di pronunciare le parole “GameCube start-up” fa cadere tutti in una sorta di fantasticheria sinestetica. Purtroppo, con la velocità con cui queste console sembrano avviarsi in questi giorni e quanto sono già sottili le sequenze delle console attuali, quei pezzetti dei giorni di gloria dei giochi sembrano ormai lontani.

Tuttavia, anche se scompaiono, non dimenticheremo mai quello che avevamo, finché lo avevamo. Quindi ci piacerebbe sapere: qual è la tua sequenza di avvio della console preferita?

La prima che mi viene in mente è la sequenza iniziale della PlayStation originale. Ho quella serie di toni impressi nella mia mente nello stesso modo in cui lo è il rumore della connessione del modem. Ma penso sia perché è legato a tanti bei ricordi, non perché la sequenza in sé è fantastica.

Anche questa domanda probabilmente non è giusta per le console moderne, dal momento che non le avviamo di per sé. Invece, la maggior parte di noi li mette semplicemente in modalità di sospensione e poi li ripristina. La necessità di una sequenza di avvio memorabile è svalutata.

Penso che la mia risposta sia probabilmente l’avvio giocoso del Nintendo GameCube. Quel piccolo cubo blu che disegna il logo completo ad ogni giro prima di sbattere a casa al centro è così ben fatto. Il boot-up della PlayStation rimane con me, ma il GameCube è il migliore.

Adoro una buona sequenza di avvio. Il suono giusto, la giusta animazione e tutto può fondersi insieme in qualcosa di caldo, invitante e, si spera, memorabile. Nintendo è sempre stata la mia preferita in generale; la picchiata del Game Boy Advance e il piccolo ping alla fine, e l’introduzione infinita del Nintendo GameCube.

Quello per cui provo ancora più nostalgia, però, è la PlayStation 2. È solo una specie di questa vaga, quasi vuoto di spazio, inquietante sinfonia di rumore. Si dissolveva in entrata e in uscita, quindi, riconoscendo che il disco era bloccato e caricato, riproduceva il semplice tono e logo della PlayStation 2. Era ora di andare. Vedere quell’animazione mi riporta ai giorni in cui avvii avidamente Jak e Daxter, Final Fantasy X, Guitar Hero e altro ancora. Un piccolo portale in un mondo aperto di possibilità.

Non so se penso che sia il miglior avvio, ma sono abbastanza parziale rispetto a quello della Xbox originale. C’è qualcosa di perfettamente al di là del millennio: la strana sfera pulsante di Flubber in una specie di reattore connota la “potenza del gioco” in un modo che è, beh, un po ‘stupido. Il flash del chip per l’avvio di Xbox One X è solo un approccio un po ‘più classico alla stessa idea sciocca. Marcare una console in base a ciò che contiene (reale o immaginario) è sciocco: se Sony avesse fatto qualcosa di simile con il processore cellulare della PS3, oggi sarebbe giustamente deluso. Per me, tuttavia, il blob OG Xbox è così disconnesso dalla realtà che torna ad essere di nuovo buono.

L’animazione di avvio di GameCube. È divertente e iconico e si abbina bene alla personalità sfacciata del sistema, che è invecchiato molto meglio della mentalità tryhard guidata da Dew di Xbox. Come i vecchi giochi per NES, ha anche un segreto incorporato: tieni premuto Z all’avvio e sentirai una scimmia che cigola mescolata alle risate dei bambini. In verità, la schermata di avvio di GameCube è il miglior esempio di ciò che è diventata un’arte perduta di questi tempi.

Non so come qualcuno possa fornire una risposta tranne che per “il jingle PlayStation originale”, che amo così tanto, ho scritto un articolo sul suo fascino diffuso. Nessun altro suono può riportarmi indietro a un momento esatto nel tempo con la stessa efficacia del jingle PlayStation. Eravamo solo io, Final Fantasy 7, e l’oscurità della mia camera da letto alle 2 del mattino. Meeeemorieeees …

‘); jQuery (‘. video-container’, yt_video_wrapper) .remove (); jQuery (‘. bb_wrapper’, yt_video_wrapper) .append (‘Guarda su YouTube’); }; }); }}}); } function runCarbon () {! function (a, l, b, c, k, s, t, g, A) {a.CustomerConnectAnalytics = k, a[k]= a[k]|| funzione () {(a[k].q = a[k].q ||[]) .push (argomenti)}, g = l.createElement (b), A = l.getElementsByTagName (b)[0], g.type = “text / javascript”, g.async =! 0, g.src = c + “? id =” + s + “& parentId =” + t, A.parentNode.insertBefore (g, A)} (finestra , document, “script”, “// carbon-cdn.ccgateway.net/script”,”cca”,window.location.hostname,”04d6b31292″); } funzione runComscore () {var _comscore = _comscore || []; _comscore.push ({c1: “2”, c2: “8518622”}); (function () {var s = document.createElement (“script”); el = document.getElementsByTagName (“script”)[0]; s.async = true; s.src = “https://sb.scorecardresearch.com/beacon.js”; el.parentNode.insertBefore (s, el); }) (); } funzione runFacebookLogin () {$ (document) .ready (function () {fbs = $ (“[data-action=facebook-login]”); per (i = 0; i < fbs.length; i++) { new FacebookLogin({ target: fbs[i] }); } }); } function triggerMormont () { mormont('set', 'section', 'article'); mormont('set', 'language', 'en'); mormont('set', 'platforms', ['gamecube','playstation-2','xbox','xbox-360']); mormont('set', 'published', "2020-10-16T21:30:00+00:00"); mormont('set', 'article_type', "article"); mormont('set', 'author', "USgamer Team"); mormont('set', 'tags', ['tag:community-question','tag:microsoft','tag:nintendo','tag:sony']) mormont('set', 'medium', 'web'); mormont('set', 'is_logged_in', "0"); mormont('send', 'pageview'); mormont('trackClicks', ['article']); } function runMormont() { var s = document.createElement('script'); s.type="text/javascript"; s.async = true; s.onload = function() { triggerMormont() }; s.src="https://cdn.gamer-network.net/2019/mormont/v2.25.0/mormont.js"; document.getElementsByTagName('head')[0].appendChild(s); } function runRecaptcha() { var s = document.createElement('script'); s.type="text/javascript"; s.async = true; s.src="https://www.google.com/recaptcha/api.js"; document.getElementsByTagName('head')[0].appendChild(s); } function runSkimlinks() { var s = document.createElement('script'); s.type="text/javascript"; s.async = true; s.src="https://s.skimresources.com/js/87431X1540266.skimlinks.js"; document.getElementsByTagName('head')[0].appendChild(s); } function runSourcepoint() { var _sp_=function(n){function t(e){if(o[e])return o[e].exports;var r=o[e]={i:e,l:!1,exports:{}};return n[e].call(r.exports,r,r.exports,t),r.l=!0,r.exports}var o={};return t.m=n,t.c=o,t.i=function(n){return n},t.d=function(n,o,e){t.o(n,o)||Object.defineProperty(n,o,{configurable:!1,enumerable:!0,get:e})},t.n=function(n){var o=n&&n.__esModule?function(){return n["default"]}:function(){return n};return t.d(o,"a",o),o},t.o=function(n,t){return Object.prototype.hasOwnProperty.call(n,t)},t.p="",t(t.s=2)}([function(n,t){function o(n,t){e&&console[n].apply(console,["[bootstrap]"].concat(Array.prototype.slice.call