Phil Spencer afferma che l’acquisto di Microsoft Bethesda è buono, anche se non esclusivo

Una delle più grandi storie di videogiochi delle ultime settimane è stata che Microsoft aveva acquistato Zenimax Media, e quindi Bethesda, per 7,5 miliardi di dollari. Il boss di Xbox Phil Spencer ha dichiarato oggi che anche se Bethesda non era un’esclusiva di Xbox ora, l’acquisto era comunque buono.

Considerando che Bethesda sviluppa due dei giochi di ruolo open-world più popolari sotto forma di serie Fallout ed Elder Scrolls, Xbox se entrambi fossero esclusivi per Xbox e PC farebbe sicuramente molto per spostare le console di questa generazione.

In ogni caso, il fatto che Microsoft ora possieda Zenimax e Bethesda significa che hanno la possibilità di rendere disponibili i giochi futuri che producono solo su Xbox Series X. Qualsiasi futuro gioco di Fallout o Elder Scrolls potrebbe essere così, e Spencer era fiducioso che se hanno tenuto Elder Scrolls 6 dalla Playstation 5, avrebbero potuto recuperare facilmente tutti i $ 7,5 miliardi.

L’acquisto di Microsoft Bethesda è stata solo l’ultima acquisizione per l’azienda, che negli ultimi anni ha acquisito un gran numero di altri studi di gioco per riempire i loro futuri cataloghi. Queste cose potrebbero anche essere utilizzate per creare una straordinaria gamma di Xbox Series X, se Microsoft avesse mai avuto la possibilità di farlo.

Ma finora, Microsoft si è accontentata di consentire solo ad alcune importanti esclusive di rimanere sulla loro console. Gears of War, Halo e pochi altri sono rimasti sotto l’ombrello di Microsoft, solo negli ultimi anni sono passati dalla console al PC.

Spencer ha anche continuato dicendo che l’acquisto di Microsoft Bethesda aveva lo scopo di consentire a più persone di giocare, non limitare coloro che potevano. Quindi, comunque Microsoft decida di utilizzare il suo sviluppatore ed editore appena acquisito in futuro, si spera che la fiducia di Spencer si dimostrerà vera e Microsoft guadagnerà un sacco di soldi da questo.