La co-fondatrice di MoviePass Stacy Spikes ha annunciato PreShow Interactive, un’app mobile che è la “prima piattaforma di scambio di attenzione al mondo”. Consentirà agli utenti di convertire il loro tempo guardando gli annunci pubblicitari in valuta virtuale nel gioco.

Avendo assicurato 3 milioni di dollari in finanziamenti iniziali, l’app prevede di essere lanciata quest’estate per i giocatori su tutte le piattaforme PC e console e promette premi per oltre 20.000 giochi, compresi i titoli VR. Nessun nome di gioco è stato rilasciato prima del lancio, ma la grafica ufficiale del nuovo servizio include titoli come Fortnite, Assassins Creed Valhalla e Ghost Recon Breakpoint.

Spikes ha promesso che il servizio consentirà agli utenti di interagire con i contenuti di marca in un modo che non interrompe la loro esperienza di gioco. È entrato più in dettaglio su questo con TechCrunch e ha spiegato esattamente come funzionerebbe l’app e perché i suoi sistemi non vengono integrati nei giochi stessi.

I piani attuali prevedono il lancio di una nuova app PreShow Interactive quest’estate, in cui gli spettatori possono collegare i loro account di gioco e identificare quanta valuta virtuale vogliono guadagnare. Quindi guardano un pacchetto di annunci e PreShow trasferirà automaticamente la valuta sul loro account, in altre parole, sta acquistando la valuta per loro.

Gli utenti dovranno scaricare un’app separata per guardare gli annunci e ottenere i vantaggi, ma Spikes ha affermato che in realtà è meglio che cercare di integrare pubblicità o contenuti di marca nel gioco stesso, il che può essere un processo lento per lo sviluppatore e l’inserzionista, pur essendo anche fonte di distrazione per i giocatori.

La tecnologia di riconoscimento facciale su cui è costruita l’app consente di rilevare quando lo spettatore guarda lo schermo del telefono, interrompendo gli annunci se distoglie lo sguardo. Questo è certamente un modo interessante per costringere le persone a interagire effettivamente con gli annunci e non semplicemente a giocare e poi passare il tempo a fare qualcos’altro.

Nessun video verrà registrato e nessun dato di identificazione personale viene condiviso, ma i dati aggregati e resi anonimi possono essere condivisi con i loro partner. Ciò significa che i dati accumulati offrono agli inserzionisti una visione unica del comportamento di determinati gruppi di persone.

Inizialmente finanziata tramite Kickstarter, concentrandosi sull’utilizzo della sua tecnologia per fornire biglietti per il cinema gratuiti, la pandemia in corso ha spostato l’attenzione dell’azienda dal business del cinema in difficoltà al fiorente mercato dei giochi. Spikes spera di portare alla fine l’idea incentrata sulla pubblicità anche in streaming e video on demand.

PreShow Interactive verrà lanciato quest’estate e puoi registrarti per l’accesso anticipato ora.

Sei interessato a ottenere valuta per i tuoi giochi preferiti guardando gli annunci pubblicitari o la tecnologia di riconoscimento facciale ti scoraggia da questa impresa? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto.

(Credito video: Roadtrip Nation)