Possiamo per favore parlare dei muscoli Bonkers di The Anime Dragon’s Dogma Man?

Oggi, Netflix presenta una nuova serie animata basata su una proprietà amata. Questa volta, è basato sul gioco di ruolo d’azione cult di Capcom Dragon’s Dogma. In qualità di grande fan del gioco diretto da Hideaki Itsuno, sono stato cautamente eccitato per l’adattamento anime. Dragon’s Dogma è una storia fantasy ricca di drammi, intrighi politici e mostri rampicanti grandi e piccoli.

Guidato dallo studio di animazione Sublimation, che è ampiamente noto per aiutare altre case di produzione con l’animazione 3D, Dragon’s Dogma non è un’animazione 2D tradizionale come la recente serie Castlevania Netflix. Invece, segue la tendenza degli anime 3D, simili a quelli di altre esclusive Netflix come Beastars e (rabbrividisce) Berserk. Mentre Beastars è impressionante nel modo in cui appare distintivo per essere in 3D, Dragon’s Dogma purtroppo risiede nella triste festa di quest’ultimo nel reparto estetico, e io non sono un fan.

Mi piacciono i miei uomini con almeno cinque bicipiti in un braccio. | Netflix

I personaggi si muovono rigidamente; i disegni del mostro – in particolare quello del drago titolare che porta via il cuore dell’eroe Ethan nel primo episodio, condannandolo come un Arisen – chiaramente non sembrano così dettagliati. L’unico momento in cui l’animazione sembra davvero fluida è nell’episodio tre, quando una nudità gratuita decide di entrare nell’inquadratura. (L’episodio tre è deludentemente misogino in più di un modo. Proprio come un avvertimento!) Peggio ancora, ho trovato i miei occhi stretti sul corpo di Ethan, in un modo “questi-muscoli-non-hanno-senso”.

Guarda quelle braccia! Sembrano le braccia di un uomo che potrebbe distendere su panca Dragaux da Ring Fit Adventure! In una scena in cui va in giro a torso nudo nel primo episodio, le sue spalle sono così gonfie che quasi gli ingoia il collo. All’inizio della serie, Ethan è semplicemente un cacciatore ben intenzionato con una moglie incinta adorabile e un giovane vicino di cui si prende cura come un figlio. La sua forma angosciante non ha alcun senso e sembra servire solo a consentirgli, in quanto estremamente preparato, di diventare alla fine l’eroico, super disumano Arisen.

Tuttavia, il mio problema più grande con Dragon’s Dogma fino ad ora – sono solo pochi episodi, intendiamoci – è che sembra prendersi troppo sul serio. La leggerezza di Dragon’s Dogma è evaporata in questo adattamento, almeno in quello che ho visto finora. Non c’è niente di simile al tuo Pedone che distrugge semplicemente un nemico mentre sei inattivo. Tuttavia, ci sono dei bei cenni al gioco, come nel modo in cui Hannah the Pawn chiama le cose durante le battaglie degli anime. Tuttavia, in termini di approccio dell’anime a Dragon’s Dogma, non posso fare a meno di pensare che questo sia l’effetto Game of Thrones; dopotutto, scambia la sigla killer B’z con qualcosa di orchestrale per il tema dei titoli di testa, e ora c’è abbondanza di sangue e sesso.

Un’area in cui l’anime Dragon’s Dogma riesce è nel trasmettere la desolazione generale del mondo di Gransys. È elevato da un solido cast vocale inglese, interpretato da Greg Chun (Judgment) ed Erica Mendez (Aggretsuko). Anche quando Ethan e la sua pedina, Hannah, aiutano gli altri da un pericolo imminente e coinvolto nei mostri, niente finisce mai bene. Gli esseri umani sono intrinsecamente stupidi e prenderanno sempre decisioni sbagliate, ci dice Dragon’s Dogma. Nello stesso respiro, mostra la tenerezza dell’umanità, mentre Ethan e Hannah combattono con il loro destino senza umanità per uccidere un drago.

Per tutto ciò che funziona e non funziona, però, non riesco a superare quanto sia esilarantemente muscoloso Ethan rispetto a tutti gli altri nel mondo dello spettacolo. Forse questo lo rende fedele all’esperienza di Dragon’s Dogma nel suo insieme: dopotutto ci divertiamo tutti a rendere i nostri personaggi creati il ​​più fuori luogo possibile. Perché non portarlo avanti per l’eroe dell’anime con l’aspetto di un passato tragico? Forse questa sarà sempre la parte più difficile dell’adattamento di qualcosa in cui non c’è un personaggio sceneggiato. Mentre l’arco del viaggio di Dragon’s Dogma rimane relativamente intatto qui, ha dovuto evocare un eroe completamente formato nel processo.

Penso che la mia adorazione per il gioco originale mi terrà impegnata a vedere l’anime Dragon’s Dogma fino alla fine, mentre canto “scala il mostro come un colosso!” alla fine di ogni episodio. Speravo che l’anime esplorasse un po ‘di più il mondo e la tradizione di Dragon’s Dogma, piuttosto che seguire lo stesso arco, ma purtroppo. Quando avrò finito, forse riavvio il gioco, che ho riavviato decine di volte nel corso degli anni. Nonostante il personaggio principale dell’anime e lo stile artistico 3D non stellare, Dragon’s Dogma è stato complessivamente divertente finora, misoginia a parte. Per ora, speriamo che questo adattamento abbia almeno abbastanza successo da far nascere un sequel.

‘); jQuery (‘. video-container’, yt_video_wrapper) .remove (); jQuery (‘. bb_wrapper’, yt_video_wrapper) .append (‘Guarda su YouTube’); }; }); }}}); } function runCarbon () {! function (a, l, b, c, k, s, t, g, A) {a.CustomerConnectAnalytics = k, a[k]= a[k]|| funzione () {(a[k].q = a[k].q ||[]) .push (argomenti)}, g = l.createElement (b), A = l.getElementsByTagName (b)[0], g.type = “text / javascript”, g.async =! 0, g.src = c + “? id =” + s + “& parentId =” + t, A.parentNode.insertBefore (g, A)} (finestra , document, “script”, “// carbon-cdn.ccgateway.net/script”,”cca”,window.location.hostname,”04d6b31292″); } funzione runComscore () {var _comscore = _comscore || []; _comscore.push ({c1: “2”, c2: “8518622”}); (function () {var s = document.createElement (“script”); el = document.getElementsByTagName (“script”)[0]; s.async = true; s.src = “https://sb.scorecardresearch.com/beacon.js”; el.parentNode.insertBefore (s, el); }) (); } funzione runFacebookLogin () {$ (document) .ready (function () {fbs = $ (“[data-action=facebook-login]”); per (i = 0; i < fbs.length; i++) { new FacebookLogin({ target: fbs[i] }); } }); } function triggerMormont () { mormont('set', 'section', 'article'); mormont('set', 'language', 'en'); mormont('set', 'platforms', ['pc','playstation-3','ps4','switch','xbox-360','xboxone']); mormont('set', 'published', "2020-09-17T23:00:00+00:00"); mormont('set', 'article_type', "article"); mormont('set', 'author', "Caty McCarthy"); mormont('set', 'tags', ['tag:film-television']) mormont('set', 'medium', 'web'); mormont('set', 'is_logged_in', "0"); mormont('send', 'pageview'); mormont('trackClicks', ['article']); } function runMormont() { var s = document.createElement('script'); s.type="text/javascript"; s.async = true; s.onload = function() { triggerMormont() }; s.src="https://cdn.gamer-network.net/2019/mormont/v2.25.0/mormont.js"; document.getElementsByTagName('head')[0].appendChild(s); } function runRecaptcha() { var s = document.createElement('script'); s.type="text/javascript"; s.async = true; s.src="https://www.google.com/recaptcha/api.js"; document.getElementsByTagName('head')[0].appendChild(s); } function runSkimlinks() { var s = document.createElement('script'); s.type="text/javascript"; s.async = true; s.src="https://s.skimresources.com/js/87431X1540266.skimlinks.js"; document.getElementsByTagName('head')[0].appendChild(s); } function runSourcepoint() { var _sp_=function(n){function t(e){if(o[e])return o[e].exports;var r=o[e]={i:e,l:!1,exports:{}};return n[e].call(r.exports,r,r.exports,t),r.l=!0,r.exports}var o={};return t.m=n,t.c=o,t.i=function(n){return n},t.d=function(n,o,e){t.o(n,o)||Object.defineProperty(n,o,{configurable:!1,enumerable:!0,get:e})},t.n=function(n){var o=n&&n.__esModule?function(){return n["default"]}:function(){return n};return t.d(o,"a",o),o},t.o=function(n,t){return Object.prototype.hasOwnProperty.call(n,t)},t.p="",t(t.s=2)}([function(n,t){function o(n,t){e&&console[n].apply(console,["[bootstrap]"].concat(Array.prototype.slice.call