“Non abbiamo intenzione di mettere le nuove versioni in un modello di abbonamento”, afferma il capo di PlayStation

Jim Ryan si è pronunciato ancora una volta contro la validità dei modelli di abbonamento per i tipi di giochi realizzati da Sony.

Con l’evento Showcase PS5 di ieri sera, e sicuramente nei mesi successivi al PlayStation 5 è stato presentato per la prima volta, Sony ha affermato di avere il contenuto e di credere nei salti generazionali.

Alcune di queste promesse sono state infrante, ovviamente, quando è diventato chiaro che molti dei giochi che presumevamo fossero possibili solo su PS5, stanno arrivando anche su PS4. Spider-Man: Miles Morales, Sackboy e persino Horizon Forbidden West senza data saranno tutti disponibili sulla console current-gen di Sony quando usciranno.

Ma una cosa che non è ancora cambiata è l’atteggiamento di Sony nei confronti di Xbox Game Pass e altri servizi in abbonamento che raggruppano giochi AAA, il primo giorno, per un piccolo prezzo richiesto.

“Abbiamo già avuto questa conversazione in passato – non abbiamo intenzione di mettere i titoli delle nuove uscite in un modello di abbonamento”, ha detto a Games Industry il capo di PlayStation Jim Ryan.

“Questi giochi sono costati molti milioni di dollari, ben oltre $ 100 milioni, per essere sviluppati. Semplicemente non lo consideriamo sostenibile. “

Ryan ha aggiunto che i tipi di giochi che i team di Worldwide Studios realizzano oggi, e i giochi che realizzeranno in futuro, non avrebbero senso come parte dell’abbonamento in stile Game Pass.

Iscriviti alla newsletter . Ricevi tutti i pezzi migliori di . consegnati nella tua casella di posta ogni venerdì!

“Vogliamo rendere i giochi più grandi e migliori e, si spera, a un certo punto più persistenti”, ha spiegato. “Quindi inserirli in un modello di abbonamento il primo giorno, per noi, non ha alcun senso. Per altri in una situazione diversa, potrebbe avere senso, ma per noi no.

“Vogliamo espandere e far crescere il nostro ecosistema esistente e inserire nuovi giochi in un modello di abbonamento semplicemente non si adatta a questo.”

Ryan, ovviamente, non ha nascosto in passato i suoi sentimenti per avere un programma in stile Game Pass su PlayStation. Ha detto notoriamente che Sony vuole trattare i suoi giochi first party come grandi eventi e metterli su PlayStation Now o su qualsiasi altro servizio il primo giorno non sarebbe il modo giusto per trattarli.

Guarda su YouTube ‘); jQuery (yt_video_wrapper) .remove (); }; }); }}}); }