Il direttore di gioco di Diablo 4 e altri due sviluppatori di alto profilo si lasciano andare da Blizzard

Di .
12 agosto 2021 09:06 GMT

Blizzard ha eliminato una serie di lead di lunga data e di alto profilo.

Come riportato per la prima volta da Kotaku, Diablo 4 il direttore del gioco e uno dei suoi volti più pubblici, Luis Barriga, è stato licenziato da Blizzard. Anche il lead designer di Diablo 4, Jesse McCree, è stato licenziato, insieme al designer di World of Warcraft Jonathan LeCraft.

Guarda su YouTube

Le tre partenze sono state annunciate internamente, secondo quanto riferito senza che la compagnia ne offrisse una ragione. Activision Blizzard li ha successivamente confermati a Kotaku.

“Abbiamo già un elenco di sviluppatori profondo e talentuoso e, ove appropriato, sono stati assegnati nuovi leader”, si legge nella dichiarazione. “Siamo fiduciosi nella nostra capacità di continuare a progredire, offrire esperienze straordinarie ai nostri giocatori e andare avanti per garantire un ambiente di lavoro sicuro e produttivo per tutti”.

Jesse McCree è, come sapranno i fan di Overwatch, l’omonimo dell’eroe cowboy del gioco. McCree e LeCraft sono apparsi entrambi nell’ormai famigerata foto scattata alla “Cosby Suite” della BlizzCon 2013, un luogo che secondo alcuni era terreno fertile per le molestie e il corteggiamento di dipendenti e fan di sesso femminile. Cory Stockton, un altro lead designer visto nella foto, non è tra quelli lasciati andare oggi, ma secondo Kotaku, Stockton è stato messo in congedo.

Dato che Blizzard ha rimosso dal gioco ogni menzione dell’ex sviluppatore di World of Warcraft Alex Afrasiabi, sarà interessante vedere se lo stesso è stato fatto a McCree in qualche modo in Overwatch.

Ciò avviene sulla scia della cacciata da parte di Blizzard del presidente J. Allen Brack e del capo delle risorse umane Jesse Meschuk all’inizio di questo mese, dopo che una causa intentata dallo Stato della California contro Activision Blizzard per molestie diffuse e disparità di trattamento nei confronti di donne e minoranze è diventata pubblica.

A volte includiamo collegamenti a negozi al dettaglio online. Se fai clic su uno ed effettui un acquisto, potremmo ricevere una piccola commissione. Leggi la nostra politica.

Autor