Hideaki Anno è diventato furtivamente il reinterprete numero 1 della cultura pop giapponese. Dopo aver creato Neon Genesis Evangelion a metà degli anni ’90, ha trascorso la maggior parte dei successivi 25 anni pubblicandone in un modo o nell’altro redazioni. Nel 2016, Anno ha affrontato forse la più grande esportazione del Giappone scrivendo e co-dirigendo Shin Godzilla, una rivisitazione del film originale del 1954 ambientato saldamente nel mondo burocratico del Giappone moderno. A seguire, ha scritto l’imminente Shin Ultraman del 2021, una rivisitazione simile di quella storia di supereroi. E ora, a partire da questo fine settimana, Anno metterà gli occhi su Shin Kamen Rider.

Toei Company

Come parte della celebrazione del 50 ° anniversario di Kamen Rider il 3 aprile, la società madre Toei ha annunciato che Anno dirigerà la sua rivisitazione della storia delle origini, prevista per il rilascio nel 2021. Creato dal famoso artista-scrittore di manga Shotaro Ishinomori (che ha anche creato un altro eroe giapponese di base Super Sentai) Kamen Rider racconta la storia di un brillante giovane studente universitario e appassionato di moto; L’organizzazione demoniaca Shocker lo rapisce e lo trasforma con la forza in un cyborg per eseguire i loro ordini. Fugge davanti alla parte che controlla la mente e d’ora in poi diventa un cyborg vigilante mascherato con tratti inspiegabilmente insettoidi.

Sabato, in una conferenza stampa, Anno ha detto “Ho ottenuto molto dallo show televisivo 50 anni fa, e 50 anni dopo, ho iniziato questo progetto con la sensazione che mi piacerebbe ricambiare il favore in un piccolo modo”.

Ha anche aggiunto che, a causa di COVID-19, il progetto, ha dovuto ritardare di due anni. Spera che i fan pensino che valga la pena aspettare. Il film finito, promette, sarà piacevole per le persone indipendentemente dal fatto che abbiano familiarità con Kamen Rider. (ht: Kotaku)

Questo mette Anno in una delle posizioni più rare di qualsiasi creativo nel film. Tre diverse società di media rivali, completamente indipendenti, – Toho, Tsubaraya Productions e ora Toei – gli avranno dato le loro più grandi proprietà culturali per reinventarlo sostanzialmente come meglio crede. Shin Godzilla ha reso la lucertola gigante ancora più mostruosa di prima; mentre Shin Ultraman sembra abbastanza fedele all’intento iniziale, il breve teaser che abbiamo visto mostra un’inclinazione simile del mondo reale sul materiale.

L’immagine teaser di Shin Kamen Rider cerca di riprodurre gli aspetti più tinti di orrore della proprietà. (La prima serie a volte è piuttosto spaventosa.) Dà al personaggio un aspetto molto più oscuro. Mi piace davvero. Se Shin Ultraman è così bello come sembra, allora non ho altro che fiducia per la tripletta della cultura pop giapponese di Anno.

Kyle Anderson è il Senior Editor di Nerdist. Puoi trovare le sue recensioni di film e TV qui. Seguitelo su Twitter!