Il motto del franchise di Star Trek è “alla ricerca di nuova vita e nuove civiltà”. Ma in quasi 800 episodi in cinque decenni, non c’è tanto “incontrare specie aliene per la prima volta” come si potrebbe pensare. Un sacco di affari di Star Trek con alieni precedentemente noti, mappatura di ammassi stellari e missioni diplomatiche. Di tanto in tanto, tuttavia, gli umani della Flotta Stellare stabiliscono il primo contatto con una nuova razza aliena. In particolare, il primo di questi casi ha avuto luogo il 5 aprile 2063, soprannominato Primo giorno di contatto.

In onore della data, presentiamo dieci fantastici episodi nelle varie serie del franchise. Tutto ciò che mostra l’umanità che entra in contatto per la prima volta con nuove forme di vita aliene. A volte va benissimo. E altre volte? Non così tanto. Ma è quasi sempre memorabile. (Oh, e né l’episodio di TNG “First Contact” né il film Star Trek: First Contact hanno fatto parte della nostra lista. Sono entrambi fantastici, ma è un po ‘troppo scontato per essere incluso per “First Contact Day”.)

“The Corbomite Manoeuver” (TOS, 1966)

CBS

Questo è stato il primo episodio di Star Trek mai girato, anche se non il primo in onda. L’Enterprise incontra una potente specie aliena che promette di distruggere la nave della Flotta Stellare per violazione di domicilio. Questo episodio mostra come il Capitano Kirk usa il cervello e l’ingegno per uscire da un sottaceto con la Prima Federazione. Invece di sparare con i phaser, deve superarli in una partita interstellare di poker. Ha anche Clint Howard nei panni dell’alieno Balok, il che da solo rende questo episodio fantastico. In molti modi, la dichiarazione di intenti del franchise è saldamente esibita in questo episodio.

“Incontro a Farpoint” (TNG, 1987)

CBS

Il pilot di TNG non è un episodio televisivo particolarmente eccezionale. È martellante, i segnali musicali sono scadenti e la recitazione è esagerata. Tuttavia, è un Trek molto puro in quanto la Federazione stabilisce il primo contatto con non una ma due affascinanti specie aliene. Uno è una creatura simile a una medusa gigante che crea materia dal pensiero; la creatura è tenuta in cattività da un’avida razza umanoide. Ma ancora più importante, Picard e l’equipaggio incontrano per la prima volta Q, un essere onnipotente del Q Continuum. Quest’ultimo sarebbe diventato un amato personaggio di Trek, quindi diciamo che questo primo incontro è valso che il resto dell’episodio fosse molto “meh”.

“Q Who” (TNG, 1989)

CBS

Parlando di Q, l’onnipotente burlone ritorna nella seconda stagione di TNG per l’episodio “Q Who”. Considerando Picard e il suo equipaggio troppo arroganti dopo anni di missioni di primo contatto riuscite, Q invia l’Enterprise-D dall’altra parte della galassia. Anni lontano da casa, incontrano il Collettivo Borg, una razza aliena cibernetica molto più tecnologicamente avanzata dell’umanità. Questo segna l’introduzione del nemico più mortale della Federazione, così forte che ci vuole un deus ex machina per salvarli.

“Phage” (Voyager, 1995)

CBS

Star Trek: l’equipaggio di umani della Flotta Stellare della Voyager si è perso in una parte della galassia che nessun umano ha mai visitato. Questo spettacolo ha avuto più primi contatti rispetto alla maggior parte. Ma uno dei nostri preferiti è accaduto abbastanza presto, coinvolgendo una specie più disgustosa che spaventosa. I Vidian soffrirono tutti di un’afflizione permanente chiamata Phage, che lentamente mangiò la loro pelle e gli organi interni e danneggiò il loro DNA. La loro soluzione? Raccogli organi di altre specie che hanno incontrato. Come gli umani. (Vi avevamo detto che era disgustoso.) Questa è stata di gran lunga la nuova razza più interessante incontrata dall’equipaggio del Capitano Janeway nelle prime stagioni.

“The Jem’Hadar” (DS9, 1994)

CBS

Deep Space Nine non era così famoso per esplorare la galassia come lo erano i suoi spettacoli gemelli Trek. Soprattutto perché l’ambientazione principale della serie era un avamposto fermo nello spazio. Ma erano proprio accanto a un wormhole dall’altra parte della galassia, il lontano Quadrante Gamma. E in uno di questi viaggi, il capitano Sisko stabilisce finalmente il primo contatto con un’organizzazione di cui la Federazione aveva solo sentito parlare: il Dominio.

Le prime relazioni di Sisko con il Dominio avvengono tramite una specie aliena rettiliana chiamata Jem’Hadar. Questa specie guerriera nasce e viene allevata in laboratorio per un unico scopo: combattere. Il comandante Sisko scopre che sono stati alimentati forzatamente da una misteriosa droga da un’altra razza aliena nel Dominio, i Vorta. Questo è un altro primo contatto “due al prezzo di uno” e avrebbe ramificazioni di lunga durata per Deep Space Nine come serie.

“Broken Bow” (Enterprise, 2001)

CBS

Fin dalla serie originale, i Klingon sono stati gli avversari più famosi della Federazione. Quando li incontriamo per la prima volta, la Flotta Stellare conosceva già i Klingon da decenni. Le serie successive descriveranno il primo contatto con i Klingon come “disastroso”, ma con pochi dettagli sul motivo per cui è stato così. Bene, l’episodio pilota della serie prequel Enterprise risponde a questo mistero.

Quando un Klingon si schianta con la sua nave a Broken Bow, Oklahoma all’inizio del XXII secolo, un locale gli spara accidentalmente. Non il miglior primo “ciao” tra due specie. Il capitano Archer della nave stellare appena battezzata Enterprise NX-01 decide di portare il Klingon ferito nel suo pianeta natale in segno di buona fede. E diciamo solo che il primo incontro interspecie con i Vulcaniani nel film Primo contatto è molto più fluido.

“Arena” (TOS, 1967)

CBS

È una delle scene di combattimento più famose di Star Trek; Il capitano Kirk di William Shatner lotta con il rettile Gorn su un pianeta lontano. (Uno che è davvero il locale del deserto della California Vasquez Rocks). Forse il capitano Gorn non è l’affetto più convincente per gli standard moderni, ma è comunque una scena iconica.

Sebbene i Gorn siano a tutti gli effetti una specie violenta, James T. Kirk si rifiuta di combattere fino alla morte l’alieno simile a una lucertola. Dimostrando così a una razza aliena superiore che controlla l’intera cosa chiamata Metrons (che la Federazione incontra anche per la prima volta) che gli umani si sono evoluti al di sopra della sete di sangue. È un episodio di Star Trek molto “Gene Roddenberry ethos” e un altro twofer.

“Chi guarda gli osservatori?” (TNG, 1989)

CBS

La Federazione è sempre attenta a preservare la Prima Direttiva in ogni serie. Per voi neofiti di Trek, questa legge vieta alle specie non in grado di curvare la velocità di conoscere la vita aliena prima del tempo. Ma a volte accadono incidenti e una civiltà preindustriale impara la verità. Lo vediamo quando l’equipaggio dell’Enterprise incontra i primitivi Mentakan. Il modo in cui Picard affronta una civiltà pre-warp scoprendo di non essere soli nell’universo, e il modo in cui farà di tutto per non alterare il tessuto della loro società, sono ciò di cui Star Trek alla fine è tutto.

“Scorpion” (Voyager, 1997)

CBS

Quando arriviamo alla terza stagione di Voyager, i Borg esistono da quasi un decennio. Dopo diversi episodi di TNG e Star Trek: Primo contatto, sembra che siano stati sicuramente la più grande minaccia per la Federazione di sempre. Per alzare la posta, lo spettacolo si gioca in una gara che ha davvero spaventato i Borg. Nella terza stagione più ravvicinata di Voyager, l’equipaggio incontra un cimitero spaziale di Borg massacrati. Il colpevole è una razza non umanoide con solo una designazione Borg: Specie 8472.

I Borg viaggiano nella dimensione nativa di questi esseri, un luogo chiamato spazio fluidico, accessibile solo attraverso singolarità quantistiche. Questa specie non umanoide non può essere assimilata e decide di vendicarsi entrando nella nostra dimensione, uccidendo chiunque ci sia dentro. Non solo i Borg, ma anche l’umanità. La specie 8472 è una delle poche specie intelligenti non umanoidi che incontriamo in una serie di Star Trek fino a questo punto. E un gradito cambio di ritmo da un’altra razza dall’aspetto umano con la fronte irregolare.

“Sanctuary” (DS9, 1994)

CBS

La maggior parte dei primi contatti su Star Trek finiscono con la cooperazione e le promesse di amicizia, o con i phaser destinati a uccidere. Ma questo incidente si conclude con due specie semplicemente deluse l’una dall’altra. Una razza di rifugiati alieni chiamati Skrreeans arriva attraverso il wormhole di DS9, rivelando che la loro tribù nomade impoverita sta cercando una terra santa chiamata Kantanna. Credono che sia il vicino pianeta Bajor, che opera Deep Space Nine.

Ma Bajor è appena uscito da una lunga e brutale occupazione aliena e non si sente come se avesse spazio per un altro popolo disperato. Gli Skrreean credono che avrebbero potuto aiutarsi a vicenda, mentre Bajor insiste sul fatto che “abbiamo già i nostri problemi”. Non molti combattimenti in questo, o alieni pericolosi. Solo due gare in disaccordo. Nessun cattivo qui; solo brutte circostanze.

Immagine in primo piano: CBS